web analytics

Armenian Trail: 22/30 giugno – il Caucaso in moto pt.1

ATTENZIONE!

I viaggi di Hic Sunt Leones sono organizzati rispettando i contenuti e le prescrizioni della L.R. 86/2016, art. 98.

Da sapere

Viaggio NON con moto propria; mezzi in loco

Cos’è

L’Armenian Trail è un’avventura pazzesca su strade strabilianti in sella ad una monocilindrica giapponese!!!

Dove si corre

Dal centro dello stato, dalla sua capitale Yerevan verso nord e i monti del Caucaso, per poi scendere verso il confine iraniano e tornare infine a Yerevan

Quando si corre

L’edizione 2019 dell’ ARMENIAN TRAIL si terrà dal 22 al 30 giugno

Con cosa si corre

Con piccole monocilindriche giapponesi, Yamaha Xt 660 o Kawasaki Klr 650

Quanto costa

La quota di partecipazione all’Armenian Trail è di 1450 euro per il pilota e di 1150 euro per il passeggero, e comprende:

  • Volo a/r Bologna / Yerevan
  • Uso della moto per l’intera durata dell’evento
  • Assicurazione RCA per i due paesi
  • Pernottamento in hotel di categoria media in camera doppia (per la camera singola è previsto un supplemento)
  • Cena dell’arrivederci del 29 giugno presso ristorante tipico

La quota invece NON comprende

  • l’assicurazione di viaggio – obbligatoria (ci si può aggregare alla polizza che stipula l’associazione al prezzo indicativo di 80 euro / partecipante – dipende dalle condizioni delle compagnie, che varia di anno in anno)
  • transfer da/per l’aeroporto
  • carburante
  • eventuali multe o sanzioni
  • eventuali pedaggi autostradali
  • ingresso ai monumenti
  • tutto quello non compreso in “la quota comprende”

Le iscrizioni

Per iscriversi all’ Armenian Trail dovrai metterti in contatto con Hic Sunt Leones, chiamando Jacopo al 3888421439 o scrivendo una mail a hicsuntleones.fi@gmail.com. Le iscrizioni terminano IMPROROGABILMENTE 50 giorni prima della partenza.

Pagamenti

La quota di partecipazione all’evento dovrà essere versata con tre bonifici separati; uno al momento dell’iscrizione, pari al 30% del costo totale, uno pari al 40 % al momento della firma della liberatoria e il restante 30% al momento del briefing pre partenza che avverrà circa un mese prima del giorno x in luogo da definire, tendenzialmente presso la sede dell’associazione, sita in provincia di Firenze. Chi non può partecipare al briefing riceverà per posta raccomandata la liberatoria da firmare e sarà sua cura rispedire la copia per l’associazione con le stesse modalità. Il saldo avverrà comunque contestualmente al briefing pre partenza tramite bonifico bancario.

Logistica e varie

  • Abbigliamento – leggero con scarpe o sandali comodi per girare a piedi o in città; adatto ad un clima come quello primaverile montano italiano per la guida. Consigliato portare tuta antipioggia.
  • Benzina – la voce che più influisce sulle finanze; costa circa 80 centesimi al litro
  • Strade – tutte indiscrete condizioni, possibilità di dover fare fuoristrada leggero.
  • La gente – semplicemente fantastica. Se partirete con un po’ di pregiudizi dovrete ricredervi in poco tempo. Troverete un popolo simpatico, francamente curioso, disponibile al colloquio e gioviale. Capiterà spessissimo di essere coinvolti in dialoghi surreali, con l’armeno che parla inglese con un accento incomprensibile, e l’italiano che tenta di rispondere e farsi capire esclusivamente aumentando il volume della voce.

Accompagnatore per questa edizione:

Jacopo Brazzini

Highlights

  • Gyumri
  • Lago Sevan
  • Monastero di Pokr Vedi
  • Kapan
  • Riserva naturale di Shikahogh
  • Dilijan

Programma provvisorio

  • Giorno 1  – partenza da Bologna
  • Giorno 2 – arrivo a Yerevan e sistemazione in Hotel – serata libera
  • Giorno 3 – Yerevan / Gyumri – Km. 130
  • Giorno 4 – Gyumri / Alaverdi – Km. 130
  • Giorno 5 – Alaverdi / Hermon – Km. 250
  • Giorno 6 – Hermon / Kapan – Km. 200
  • Giorno7 – Kapan / Shikahogh / Kapan – km 260
  • Giorno 8 – Kapan / Vedi / Yerevan – Km. 300
  • Giorno 9 – partenza per Bologna